Da visitare nei pressi dell’Ipomea Club

I Dintorni

La Costa degli Dei
Famosa per la diversità di spiagge e di mare, la Costa degli Dei conta circa 40 km di litorale unico in Italia.

Dalla sabbia bianchissima di Nicotera, agli scogli granitici di Joppolo e Coccorino, dalle lunghe e ampie spiagge di Briatico e Parghelia, fino a Tropea, unica per la sua posizione, la sua bellezza e la sua storia. Ma la costa non è solo un paradiso acquatico-naturale, nei caratteristici borghi della zona, dove vengono allestite sagre e feste popolari, si ha la possibilità di vedere da vicino usi e costumi, ed assaggiare i prodotti tipici, di un popolo ancorato saldamente alle tradizioni, dove l’ospitalità è un sacro dovere.


La terza spiaggia più bella d’Italia

Capo Vaticano


Splendido promontorio a picco sul mare dal quale lo sguardo si può estendere fino alla Sicilia.
Attorno alle limpide acque ruotano tante leggende che “spiegano” lo stupore nell’osservare tanta bellezza…
Chiamato Capo Vaticano da “luogo di vaticinio..”..


LEGGI TUTTO



La perla della Costa degli Dei

Tropea


La perla della costa, la meta di tanti turisti che si abbandonano al suo fascino.
A 60 m s.l.m. Tropea ha il territorio comunale più piccolo di tutta la provincia di Vibo Valentia ricca, però, di richiami a storia antica e di panorami bellissimi di spiagge e di mare, luoghi da sempre attribuiti agli dei…


LEGGI TUTTO



La patria del Tartufo Gelato

Pizzo Calabro


Pizzo è nelle pagine della storia per la cattura e la fucilazione di Gioacchino Murat, cognato di Napoleone Bonaparte, avvenuta il 13 ottobre 1815. All’interno del castello aragonese, situato nel cuore del pittoresco paese, è possibile vedere il luogo della fucilazione e la cella dove trascorse gli ultimi giorni di vita.


LEGGI TUTTO



Storia e Tradizione

Vibo Valentia


La città è costruita su una collina abbastanza elevata e gode una magnifica veduta di tutta la campagna che si estende lungo il golfo di Sant’Eufemia fino a raggiungere il golfo di Gioia. Un castello conferisce alla città un aspetto maestoso; il castello Normanno-Svevo-Angioino che dal 1994 ospita il Museo Archeologico Statale.


LEGGI TUTTO



Non solo mare

Serra S. Bruno


Serra san Bruno deve la sua origine alla venuta del monaco Bruno di Colonia, fondatore dell’Ordine dei Certosini, che dedicò la sua vita alla ricerca di Dio in silenzio e in solitudine e ricevette in dono dal Conte Ruggiero il Normanno i territori che oggi sono geograficamente individuati come altopiano delle Serre…


LEGGI TUTTO


Awards

charme ipomea luxury ipomea winner2ospitalita ipomea eccellenze ipomea 12887343tripad ipomea     tripadvisor eccellenza 2017  tripadvisor bravo tripadvisor bravo
 
 
Chiama ora.
Dove siamo